Colite spastica: cos’è e come si cura

Le nostre offerte mensili

€ 9,60 € 7,90

€ 9,70 € 7,99

Colite spastica: cos’è e come si cura 17 Agosto 2019

Se anche a voi è capitato di soffrire di dolori o crampi addominali, è molto probabile che siate stati colpiti da colite spastica.

I sintomi di questa patologia durano circa tre giorni e vanno dal classico mal di pancia, alla sensazione di pienezza, dal gonfiore a livello del ventre, fino ai disturbi intestinali. In alcuni casi la sensazione di dolore può durare per molto più tempo e, a volte, a seconda della causa scatenante, può diventare cronica.

Quali sono le cause?

Questo disturbo si presenta per diverse ragioni, per esempio a causa di un'infezione della zona intestinale. Ma non solo. Anche le situazioni di stress possono contribuire all'ipersensibilità di questa zona. Non è un caso, infatti, che la colite spastica colpisca maggiormente le donne che ne sono più soggette.

Prevenzione e rimedi

Come per ogni patologia la prevenzione può aiutare moltissimo. Stile di vita sano, attività fisica e alimentazione corretta fanno davvero la differenza. Per esempio è bene:

  • evitare pasti troppo abbondanti;

· aumentare gli alimenti ricchi di fibre;

· eliminare cibi e bevande eccitanti, come la caffeina o la teina.

E se la prevenzione non è sufficiente? La cura è in farmacia. Sotto prescrizione medica, potete optare per:

  • farmaci contro la costipazione o la diarrea;
  • antibiotici;
  • antidepressivi, che aiutano ad alleviare il dolore;
  • anticolinergici, per controllare gli spasmi dell’intestino.

In ogni caso, prima di scegliere il rimedio o la dieta da seguire, chiedete sempre consiglio al vostro farmacista di fiducia che saprà indirizzarvi verso la cura più adatta.

Ultime news
  • Basta starnuti: scoperto il farmaco che guarirà il raffreddore

    19 Settembre 2019

    Naso tappato, starnuti, bruciore alla gola, occhi arrossati o che lacrimano. Sono questi i fastidi più comuni causati dal raffreddore, un'infezione virale dovuta a decine di ceppi diversi dello stesso virus, capaci di mutare continuamente.

    Se ne contano circa 200. Il più famoso, e apparentemente banale, è il rinovirus e può causare il riacutizzarsi delle patologie in pazienti soggetti ad asma, fibrosi cistica e varie malattie respiratorie anche di maggiore importanza.

    Ad oggi, i rimedi utilizzati per alleviare i sintomi da raffreddamento sono molti, dal riposo all'assunzione di analgesici o antipiretici. Quello che ancora non esiste, però, è un farmaco vero e proprio contro questa forma virale.

    Quando "la cura" è nel corpo!

    Tutto questo fino ad oggi. Nei laboratori di ricerca dell'Imperial College London, un team di esperti si è impegnato a trovare una cura efficace contro il raffreddore, individuandola in una molecola, IMP-1088.

    Il "nemico" dei ricercatori è una proteina la N-miristoriltrasnferasi (Nmt). Questa sostanza, contenuta nelle cellule umane, è il bersaglio principale del virus, che la utilizza come veicolo e guscio, proteggendo il suo DNA e aiutandolo a mantenersi in vita.

    Il farmaco prodotto, è in grado di bloccare questa proteina evitandone, quindi, il propagarsi.

    Il virus ha le ore contate

    I risultati dello studio sono stati pubblicati sul Nature Chemistry Journal e la sua sperimentazione direttamente sui pazienti potrebbe iniziare nel corso dei prossimi due anni. Per ora non sono stati riscontrati effetti collaterali importanti, ma è solo dopo questi test che si potrà avere un quadro più preciso della sua efficacia.

    In attesa che questo farmaco entri finalmente nelle nostre case possiamo continuare a combattere il virus con i prodotti disponibili in tutte le farmacie, affidandoci ai preziosi consigli del nostro farmacista di fiducia.

  • Come alleviare il fastidio della dentizione

    17 Settembre 2019

    Con l’arrivo dei primi dentini, possono comparire anche i primi fastidi del cavo orale: durante il processo di dentizione i bambini possono lamentare dolore, prurito e gonfiore gengivale e, talvolta, manifestare qualche linea di febbre.

    Aiutare i più piccoli ad alleviare il dolore della bocca e delle gengive è possibile, ecco come!

    1. Massaggio delicato

    Il primo, semplice, consiglio è quello di lenire un po’ il prurito e l’infiammazione orale con un massaggio lieve. Utilizzate una garza idrofila e strofinatela leggermente sulle gengive del piccolo, ripetendo l’operazione più volte al giorno.

    1. Anelli da dentizione

    Durante il periodo della dentizione i bambini sono smaniosi di mordere e rosicchiare oggetti rigidi e ruvidi. Favorite questo istinto naturale, dando al piccolo degli anelli da dentizione: supporti gommosi, realizzati con materiali sicuri, che il bambino può mordere ogni volta che ne sente la necessità. Per lenire il fastidio e dare immediato sollievo alle gengive gonfie ed infiammate, scegliete quelli che possono essere messi in freezer.

    1. Balsami gengivali

    In farmacia esistono diverse tipologie di balsami gengivali, specifici per alleviare i disturbi della dentizione infantile. Grazie alla speciale formulazione, questi prodotti formano una delicata pellicola protettiva che sigilla la gengiva e la isola dal contatto con elementi esterni. Nel frattempo, il balsamo svolge una funzione lenitiva dal dolore e rinfresca la zona.

    Nei casi più acuti, sotto la consulenza del pediatra o del farmacista, è possibile ricorrere a gel gengivali che contengono piccole dosi di anestetico locale. Prima di somministrare un farmaco al bambino, però, chiedete consiglio al medico di fiducia.

  • Papaya fermentata: a cosa serve?

    14 Settembre 2019

    La papaya è un frutto tropicale incredibilmente ricco di proprietà benefiche.

    Prezioso nella sua forma fresca, una volta fermentato questo frutto diventa ancora più salutare. Merito del suo processo di conservazione che aumenta l’efficacia di alcune proprietà, come quelle antiossidanti, indicatissime per prevenire l’invecchiamento dell’intero organismo.

    Ecco, quindi, che assumere papaya fermentata è un vero toccasana anti età per attaccare i radicali liberi, grazie all’azione di speciali enzimi che annientano queste molecole degenerative.

    Non solo più giovani: assumendo costantemente la papaya fermentata si può diventare anche più forti!

    Come? Grazie all’elevato contenuto di sali minerali, come magnesio, potassio e calcio, che aiutano a fortificare le ossa ed a renderle più resistenti. Un alleato prezioso soprattutto nei momenti di maggior fragilità, come il periodo della menopausa femminile.

    Prendendo integratori di papaya fermentata ogni giorno, poi, si aiuta concretamente l’organismo a rimanere in salute. Merito dell’abilità di questo frutto di dare sostegno alle naturali difese immunitarie e di alcalinizzare l’organismo, riportandolo al suo corretto equilibrio.

    La papaya fermentata, inoltre, è anche molto utile per contrastare le malattie degenerative, grazie alla presenza di flavonoidi che normalizzano l’attività del sistema cardiocircolatorio e mantengono il cuore in perfetta salute. Sempre merito dei flavonoidi è quello di combattere la formazione di alcuni tumori, rallentandone anche lo sviluppo.

    Come si assume la papaya fermentata? Semplicemente scegliendo uno dei tanti integratori disponibili in farmacia: in polvere, solubile in acqua, o in compresse, l’indicazione generale è quella di assumerne una dose al giorno, specialmente lontano dai pasti. E nei periodi di forte stress e affaticamento, sempre sotto consiglio medico, è possibile aumentarne la quantità per ritrovare in fretta la concentrazione e la carica.
Rubriche
  • RIMEDIO NATURALE, MASCHERA VISO ALLA BANANA

    18 Settembre 2019

    Noi donne siamo sempre alla ricerca della perfezione estetica e, purtroppo molto spesso il nostro difetto più grande è quello di spendere e buttare denaro in prodotti che promettono e alla fine non mantengono le promesse. Nessuno nega che in commercio esistono buoni prodotti, che garantiscono miglioranti, ma anche i trattamenti naturali sono una valida scelta per ottenere ottimi risultati.

    In questo articolo parleremo della pelle del viso, si perché avere un bel corpo è fondamentale, ma anche un bel viso curato e una pelle perfettamente in salute è sinonimo di bellezza, questo influisce sulla persona positivamente. Ora vi domanderete che prodotto stiamo per consigliarvi, vi sorprenderemo, perché non si tratta di ma nessun tipo di prodotto costoso. Utilizzeremo la banana un ingrediente naturale, per preparare una maschera che si prenderà cura della vostra pelle del viso nutrendola, idratandola, levigandola, combattendo la formazione delle rughe e in più, donerà un effetto luminoso e un epidermide sano. Se l'idea di spendere poco e riscontrare questi risultati vi piace è arrivato il momento, di dedicarci alla preparazione.

    MASCHERA ALLA BANANA, Vi occorre una banana dovete sbucciarla e tritarla finemente aggiungendo 2 cucchiai di yogurt naturale (senza zucchero) e un cucchiaio di olio extra vergine, mettete questi ingredienti in una ciotola e con cura fateli amalgamare tra di loro e successivamente, sul viso completamente pulito e asciutto applicatene una piccola quantità evitando le labbra e il contorno occhi. Dovete lasciare in posa la vostra maschera alla banana, per circa 20 minuti e trascorso il tempo sciacquate abbondantemente con acqua tiepida. Applicate questa maschera almeno 2 volte a settimana e trattamento dopo trattamento, la vostra pelle sarà più bella. Se la maschera vi avanza, non gettatela, perché potete conservarla in frigorifero e coprirla con la pellicola trasparente e utilizzarla per le successive applicazioni.

    buon trattamento.

  • La stanza perfetta a misura di bebè: alcuni piccoli consigli

    11 Settembre 2019

    Decisione presa! Andrea è ormai un ometto ed è arrivata l'ora di farlo dormire nella sua stanza!

    Ovviamente ho visionato solo camerette neonati a regola d'arte e mi sono cimentata meticolosamente nell'arredamento della stanza! Per regalargli una cameretta che soddisfi in pieno le esigenze della sua crescita ho letto di tutto e di più!

    Devo dire che il tutto è stato davvero emozionante! Avevo trascurato la stanza del mio piccolino: rimandavo da un giorno all'altro l'importante impegno di occuparmi del suo arredamento... Avevo dalla mia il fatto che Andreuccio dormisse nella sua comoda culla vicino al mio letto.

    Ma facciamo qualche passo indietro. Partendo dall'assunto che la cameretta di ogni bimbo deve essere un luogo speciale, pratico e sicuro, ho fatto della stanza del mio bambino ungiardino incantato”; quindi ho deciso di condividere con voi ciò che ho imparato per arredare al meglio questo spazio!

    Sono due gli elementi indispensabili per la stanza dei nostri bimbi, quelli di cui proprio non si può fare a meno sono il lettino e il fasciatoio; dunque è importanti sceglierli di ottima qualità!

    Dopo il terzo mese il lettino diverrà la dimora fissa dei nostri piccoli, pertanto vale proprio la pena dedicargli molta molta attenzione!

    Il consiglio migliore che posso darvi è quello d'investire anche in una cassettiera, possibilmente con rotelle: si tratta di uno spazio utile per conservare biancheria, pannoloni e vestitini. Ancora, è utile avere: un armadio, da adattare internamente con un appendiabiti o con ceste e ripiani; un'immancabile poltroncina bassa, comoda per potersi sedere ad allattare agevolmente; uno scaffale per riporre i giochi. I bimbi, si sa, adorano essere circondati dei loro giocattoli!

    Tuttavia, a mio avviso, ogni buona stanzetta ha bisogno anche di ceste in vimini per riporre oggetti da toeletta e giocatoli e di sistemi modulari adattabili alle esigenze del bimbo che cresce.

    Ogni elemento che dovrà arredare la cameretta dei vostri piccoli dovrà essere sempre un componete specifico per la stanza dei bambini. I mobili, inoltre, dovranno risultare piacevoli e accoglienti, dal momento che la stanza dei bimbi dovrà essere il nido perfetto per ogni pargolo ed essere in grado di crescere con loro! Che altro dire? Spero proprio d'esservi stata utile!


  • L´IMPORTANZA DEGLI ESERCIZI FISICI

    04 Settembre 2019

    Ma chi ha detto, che per svolgere degli esercizi fisici o un pò di semplice movimento, bisogna per forza iscriversi in palestra? Infatti, potete tranquillamente allenarvi in casa o semplicemente nella vostra camera da letto, la cosa fondamentale è avere un pò di spazio, sufficiente a disposizione, per potersi muovere liberamente. In questo articolo, vi vogliamo dare qualche consiglio, su come iniziare al meglio la giornata, perché la mattina quando ci si sveglia è importante fare colazione, ma ancora, più importante è svolgere alcuni esercizi fisici, dopo aver messo i piedi giù dal letto.

    Se pensate, che svolgere degli esercizi fisici la mattina, soprattutto quando ci si è appena alzati, sia faticoso, vistate sbagliando, perché è solo una questione di abitudine e un piccolo impegno "mattutino" di circa 10 minuti, con il vantaggio che vi regala tanto benessere fisico e mentale. Come sapete, praticare uno sport o svolgere un pò di movimento fisico è sinonimo di salute, ma quello che forse non credete è che esercitarsi, appena aprite gli occhi, garantisce innumerevoli benefici.

    I benefici sono i seguenti, prima di tutto, aumenta l'elasticità, il respiro diventa più regolare migliorando la qualità della giornata. In più, aumenta l'energia, il senso di vitalità, si contrasta lo stress e il nervosismo con maggior facilità, influisce aumentando la concentrazione e aiuta a dimagrire e a bruciare il grassi, perché accelera il metabolismo. Altro fattore, importante è che praticare esercizi fisici, la mattina quando ci svegli, mette di buonumore.

    Noi, vi abbiamo svelato, un consiglio per iniziare la giornata con il piede giusto, (dedicare 10 minuti allo svolgimento di pochi esercizi fisici, la mattina) quello che spetta a voi è aggiungere un pò di costanza e scegliere gli esercizi adatti alle vostre necessità. La scelta migliore è un pò di stretching, esercizi specifici per lo stiramento e il rilassamento muscolare.

    Buon risveglio, con un pò di allenamento.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.
I cookie sono piccoli file di testo che possono essere utilizzati dai siti web per rendere più efficiente l'esperienza per l'utente.

La legge afferma che possiamo memorizzare i cookie sul tuo dispositivo se sono strettamente necessari per il funzionamento di questo sito. Per tutti gli altri tipi di cookie ci serve il tuo permesso.

Questo sito utilizza diversi tipi di cookie. Alcuni cookie sono posti da servizi di terzi che compaiono sulle nostre pagine.

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.
I cookie per le preferenze consentono a un sito web di ricordare le informazioni che influenzano il modo in cui il sito si comporta o si presenta, come la lingua preferita o la regione che ti trovi
I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.
I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.
I cookie non classificati sono i cookie che sono in fase di classificazione, insieme ai fornitori di cookie individuali.