Accordo tra Engineering e Novartis Italia per lo sviluppo di iniziative e soluzioni volte ad accelerare la transizione digitale della sanità italiana attraverso tecnologie all’avanguardia nei servizi di cura, nell’assistenza ai pazienti e nella gestione delle strutture sanitarie, ambito in cui entrambe le aziende vantano una lunga esperienza e un percorso virtuoso di collaborazioni consolidate. Lo annuncia una nota congiunta delle società, rispettivamente leader nella digitalizzazione dei processi per aziende e pubblica amministrazione e nella ricerca medico-scientifica.

Per la prima volta in Italia – si legge – due eccellenze nel settore It (Information Technology) e farmaceutico, accomunate da una forte vocazione agli investimenti nella ricerca e da un continuo focus sull’innovazione, avviano una partnership rivolta alle istituzioni sanitarie, alle professioni mediche e alle associazioni dei pazienti, per rispondere in maniera ecosistemica alle sfide della Missione 6 del Piano nazionale di ripresa e resilienza, dedicata alla tutela della salute, con un particolare focus sulle Regioni e sui sistemi sanitari a livello territoriale.

L’intesa, della durata di 3 anni, prevede l’impegno di Engineering e Novartis nel tavolo di lavoro congiunto ‘Pnrr e salute connessa’, che farà leva su competenze diversificate relative alle aree che rivestono un ruolo particolarmente critico e prioritario all’interno del Pnrr e che possono giocare un ruolo di punta nella costruzione della sanità del futuro. In particolare, le aree di collaborazione riguardano la sperimentazione di modelli data-driven nell’ambito di: medicina predittiva e di prossimità, telemedicina al servizio delle cure domiciliari, ottimizzazione dei modelli operativi intra-ospedalieri a beneficio, ad esempio, della riduzione delle liste di attesa.

Il supporto delle tecnologie digitali è un fattore decisivo e irrinunciabile per un’evoluzione della sanità all’altezza dei bisogni dei cittadini, e per consentire all’innovazione medico scientifica di esprimere il suo pieno valore – afferma Valentino Confalone, Country President e amministratore delegato della svizzera Novartis in Italia – La partnership che inauguriamo oggi permetterà a Novartis di rendere ancora più efficace il suo impegno al fianco delle istituzioni della sanità italiana, contribuendo a tradurre in realtà la grande visione del Pnrr e a costruire una sanità più vicina ai pazienti e in grado di affrontare le sfide della salute pubblica”.

“Oggi- dichiara Maximo Ibarra, Cief Executive Officer di Engineering – l’Healthcare è l’avamposto dell’innovazione, dove tecnologie all’avanguardia permettono di sfruttare il potere del dato per dare vita a ecosistemi digitali orientati alla cura e al benessere delle persone. Engineering si è guadagnata un ruolo importante di collaborazione con le Regioni nella digitalizzazione della sanità, a beneficio dei pazienti e della sostenibilità economica del sistema sanitario. L’accordo siglato con Novartis ci permetterà di disegnare processi di trasformazione digitale ancora più mirati e soluzioni che, garantendo anche la sicurezza del dato sanitario e il rispetto della privacy, miglioreranno la qualità e la tempestività dei percorsi di cura, così da generare un benessere diffuso e inclusivo per il Paese”.